Le tre fasi

Lo Sviluppo del Progetto prevede di Realizzare in tre fasi la prima «Hydrogen Valley» italiana lungo l’asse ferroviario non elettrificato della Val Camonica.

La prima fase prevede progettazione, produzione ed omologazione di 6 convogli ad idrogeno per il servizio sulla linea Brescia-Iseo-Edolo in sostituzione degli attuali convogli diesel in servizio.
Sarà necessaria una progettazione e messa in servizio degli impianti di produzione, trasporto e distribuzione dell’idrogeno, tramite «steam reforming» (metano + vapore acqueo) presso l’impianto Trenord di Iseo;

I primi di questi convogli, prodotti da Alstom, saranno consegnati entro il 2023 e saranno affidati, tramite locazione a Trenord.

La Seconda fase prevede l’immissione di ulteriori 8 convogli ad idrogeno, per poter effettuare l’intero servizio sulla linea Brescia-Iseo-Edolo e sostituire gli attuali GTW Stadler a gasolio (ATR 125 e 115).
Si procederà quindi alla progettazione e messa in servizio degli impianti di produzione tramite elettrolisi grazie al coinvolgimento di A2A a Brescia (termovalorizzatore);

La terza fase, invece, prevede l’estensione della trasformazione ad idrogeno anche per gli autobus e la logistica privata gestita da FNM Group.

La fine del progetto di immissione dei convogli e di adeguamento degli impianti è prevista per il 2025 in previsione delle olimpiadi invernali del 2026.